Transbord

ISBN 9788899151232
Autore Sebastià Portell
In quarta «In questo momento mi trovo al binario pronto per fare il trasbordo. Sono arrivato di corsa. Con la lingua di fuori. Pensando che non sarei arrivato in tempo. Che mi sarei ritrovato tutto solo. Ma fortunatamente non è stato così»
€ 10

Scarica un estratto

«Ho deciso di scrivere sulla transessualità e su quei corpi che non si adattano a ciò che era stato previsto che fossero»

Cosa definisce se siamo uomini o donne? Chi decide? Dovremmo scegliere solo tra queste due opzioni? Il teatro, lo spazio della maschera, è probabilmente lo spazio migliore in cui alcune di queste domande possono essere poste e trovare una risposta.

Con un testo diretto, Portell mira ad affrontare un argomento tabù nella nostra sfera culturale come la transessualità, e lo fa da una prospettiva semplice e pulita: dall’inizio.

La transizione di genere di un giovane diventa un labirinto personale, sociale e burocratico. Un’opera vitale, a favore della gioia di vivere, a favore delle seconde possibilità, a favore dei bei ricordi e quelli da costruire, che denuncia l’ipocrisia e il sessismo nella nostra società.

Un’opera militante e didattica, ma anche poetica e piena di umorismo, Marta Segarra

Sebastià Portell consegna, con Transbord, un’opera militante e didattica, ma anche poetica e piena di umorismo. Militante, perché il suo protagonista, Paolo, è ferocemente contrario alla patologizzazione delle persone trans, anche se questa resistenza ha per lui un alto costo personale. Didattica, perché sono ancora tante le persone che si interrogano con perplessità sulla “necessità” di cambiare genere e sui motivi per cui sempre più giovani decidono di affrontare questo percorso.

Questa opera è stata tradotta con una sovvenzione fornita dall’Institut Ramon Llull.

L’Institut Ramon Llull è un ente pubblico creato nel 2002 con l’obiettivo di promuovere gli studi di lingua e cultura catalana all’estero nel campo accademico, la traduzione di letteratura e pensiero scritti in catalano e la produzione culturale catalana in altri campi come teatro, cinema , circo, danza, musica, arti visive, design o architettura.

A tal fine, l’Istituto firma accordi con università straniere per promuovere l’insegnamento degli studi catalani e coordina e offre supporto a più di centoquaranta centri con una presenza di studi catalani nel mondo. Allo stesso tempo, sostiene le associazioni internazionali di lingua catalana e stimola gli studi avanzati e la ricerca linguistica in prestigiose università. In qualità di organismo ufficiale per la certificazione della conoscenza del catalano all’estero, organizza prove per l’accreditamento dei diversi livelli, in conformità con il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.


Sebastià Portell

Scrive da qualche anno per il teatro. I suoi testi hanno ottenuto riconoscimenti da alcuni dei più importanti festival di scrittura teatrale. Nel 2021 vince il premio Hystrio con Amore storto e ottiene la menzione speciale “Franco Quadri” al Premio Riccione per Flusso.